Tutti che gioiscono all’arrivo della Primavera e tu, al solo pensiero di abbandonare i cari e rassicuranti maglioni over size, i fidati collant contenitivi, i piumini super vaporosi e mostrare al mondo (e soprattutto a te stessa) quei chiletti presi durante l’inverno raggeli come se fosse gennaio!

Niente pauraaaaa! Arriva l’articolo che sistema tutto.

Oggi analizziamo tutti quei capi “ furbi” che aiutano ad apparire più magre e slanciate.

1- Utilizza dei capi che verticalizzano.

Una delle mie insegnanti durante un corso di specializzazione sulla morfologia corporea fece un esempio che rende bene l’idea di come cambia la percezione del nostro corpo aumentando l’altezza.. .ed è il seguente:

 

La  T rossa risulta larga tozza e sproporzionata ( il classico esempio di persona “ più larga che lunga”. Frase che mi sono sentita ripetere per 18 anni). Aumentandone l’altezza la T ( blu) risulta armoniosa, ma, se ci pensi, non ha perso la sua larghezza! Come si traduce tutto questo strano discorso nel mondo dell’abbigliamento?

Se aumenti la percezione della tua altezza con degli elementi e capi che verticalizzano la figura, risulterai più slanciata e armoniosa.

I capi ed elementi che hanno questo potere sono i seguenti:

  • L’abito è l’alleato principale. Indossa vestiti svasati o a portafoglio con cintura in vita. Sei hai le cosce robuste la lunghezza ideale è al ginocchio  o lunga oltre le caviglie (soprattutto se sei bassina) così da nascondere una calzatura con un tacco molto alto senza che nessuno si accorga di nulla.

  • Non vestirti con troppi  strati ma opta per un look semplice e lineare. Ogni stacco taglia la figura e quindi ne riduce l’altezza. La tuta intera è un’ottima soluzione soprattutto nella variante a vita alta e per chi ha un fianco generoso  con il pantalone palazzo.
  • Le gonne giuste saranno: le gonne a pieghe, a portafoglio, plissettate e dritte e con gli spacchi, a vita alta.  La lunghezza segue la stessa regola del vestito.
  • La giacca  che soprattutto negli ambienti business sostituisce il cappotto o il piumino dovrà essere monopetto, con pochi bottoni ( 2 bottoni è l’ideale) dalla

    linea sciancrata con manica a tre  quarti. La manica tre quarti posiziona l’altezza del seno (quindi la consiglio a chi ha il seno sceso), camuffa un braccio tornito e  lascia scoperti i polsi (parte del corpo solitamente sottile). Una manica molto lunga appesantisce la figura e la rende sproporzionata.
  • Lo scollo a V: da ricercare sia nei top, nelle camicie ( da tenere assolutamente sbottonati 2-3 bottoni soprattutto se hai un collo importante o corto)
  • Il cardigan leggero, qui l’elemento verticalizzante è anche la fila di bottoni.
  • L’obiettivo del pantalone sarà di allungare la gamba. Quindi sono perfetti

    quelli a vita alta palazzo e scampanati come i Flair o Bootcut. La pence o la riga centrale sono elementi  che aiutano tantissimo a verticalizzate la tua figurai. Un altro pantalone su cui aleggiano molti pregiudizi è la culotte per via del suo orlo corto. Se lo indossi a vita alta slancia molto anche se sei bassina. Opta per pantaloni con la zip laterale che non creino volume sull’addome e con la tasca anteriore verticale cucita (soprattutto se hai il fianco largo)
  • Non bisogna tralasciare gli accessori. Dovrai ricercare gli elementi verticali, ad esempio la borsa con le  frange, le collane con i pendenti lunghi, gli orecchini a goccia, la cravatta, le bretelle, il foulard sottile e lungo da lasciare sciolto lungo i fianchi…insomma tutto ciò che somiglia ad una riga verticale è ottimo.
  • I colori giusti sono opachi e scuri. I colori chiari sono dilatanti e vanno indossati solo nelle zone più sottili o che necessitano di volume per bilanciare la figura.
  • Il monocolore: l’occhio umano percepisce”sottile” ciò che scorre senza interruzioni. Un look monocromatico ( o con piccole sfumature)  ti farà risultare quindi più magra e slanciata rispetto ad uno multicolore che spezzerebbe in più parti la figura.
  • La fantasia deve avere una grandezza proporzionata al tuo fisico: se sei giunonica, una fantasia piccola sarà controproducente, una fantasia medio grande non altererà le tue proporzioni. Ottime le righe diagonali e quelle verticali come il gessato.

Altre Slim Tips interessanti:

  • Se hai un punto vita ben pronunciato definiscilo  sempre con una cintura.
  • Il wrap dress: abiti a vestaglietta che restano moderatamente morbidi nel seno e nei fianchi ma più stretti nel punto vita grazie all’allaccio laterale  e con incrocio sull’addome. Questo abito è l’ideale perché aderisce proprio nei posti giusti il color block: che lo si ricerchi nell’abito, nel top o nel pantalone il color block fa scomparire diversi centimetri dal corpo. Se non trovi capi già pronti con questa caratteristica puoi riproporre lo stesso effetto sovrapponendo ad un tubino nero un cardigan o soprabito chiaro lasciato aperto. Stesso discorso per i top. l’effetto è assicurato.
  • Tessuti con arricciature e increspature da posizionare sapientemente sulle zone critiche
  • Tessuti morbidi, lineari e non strutturati  come seta e cotone che scivolano e non strizzano
  • La scarpa alta soprattutto se dello stesso colore del capo che veste la gamba o nude da abbinare con la gamba nuda. Prediligi la calzatura con il tacco doppio. Un tacco sottile contrasterebbe troppo con la tua figura.
  • La biancheria giusta: per “giusta” intendo della tua taglia. E’ della tua taglia se accarezza le tue forme senza strizzare e far uscire quei rotolini antiestetici. Puoi provare anche la linea shaping da indossare sotto i capi più aderenti.

Beh non ti resta che vivere serenamente il tuo corpo morbido e femminile
e questa pazza primavera…

A Presto!