L’immagine non è mera superficie ma è un filtro attraverso il quale passa la nostra essenza ed imparare ad usarla per mostrare i nostri lati migliori è fondamentale.

Per capire quanto delicata ed importante sia la comunicazione che attuiamo con l’abbigliamento potremmo paragonarlo al linguaggio. Prova a pensarci :scegliendo abiti e  accessori e  abbinandoli tra loro facciamo lo stesso identico lavoro di quando componiamo un testo.  Bisogna avere le idee chiare, tenere conto del contesto, decidere a chi rivolgerci. Le parti dell’abbinamento vengono scelte proprio come le parole: i tessuti e i colori prendono il posto dei toni della voce diventano la nostra intonazione.

La nostra immagine però arriva prima della nostra voce e non possiamo correggerci o raddrizzare il tiro se ci rendiamo conto che non stiamo andando verso la giusta direzione come invece si può fare dialogando perché non abbiamo il nostro armadio nella borsa tanto meno la bacchetta magica!

Come fare allora per non sbagliare?

È importante sapere che l’immagine prende due direzioni: quella verso noi stessi ovvero autopercettiva e quella verso gli altri.

Queste due direzioni devono essere coincidenti. Quello che vuoi esprimere e sei, deve essere chiaro per te come per gli altri senza creare zone cieche.

Ciò che indossiamo deve starci bene e deve farci sentire bene. Se indossi ciò che ami ti senti energica, se, al contrario, scegli ciò che non ti appartiene, la sensazione di fastidio che percepisci sarà trasmessa agli altri come insicurezza. Cosa ne consegue?  Rischi di deconcentrarti dall’obiettivo e, ancor peggio, gli altri da te!

Come poter raggiungere dunque l’ importante obiettivo della coincidenza delle due percezioni? 

Devi puntare sull’autenticità utilizzando strategie per arrivare al tuo obiettivo.

Vi chiederete “Ilaria ma la parola strategia stride un po’ con autenticità?” 

Nel campo dell’abbigliamento, specialmente in ambito business, questo non è vero! Strategia non significa mentire o camuffare, non vuol dire travestirsi da altri ma valorizzare noi stessi, utilizzando il dress code adatto e restando noi stessi, ovvero autentici. Ognuno di noi ha punti di forza fisici, colori adatti, tessuti valorizzanti ed il proprio stile che, se conosciuti e ben calibrati, possono portarti al successo in ogni occasione.

Con gli strumenti giusti nessuna occasione potrà coglierti di sorpresa.

Ti faccio degli esempi:

Ti è mai successo di sentirti  “costretta” in un tailleur al lavoro?

Usando delle semplici strategie potrai sentirti nuovamente a tuo agio e  autentica. 

  • Sei una donna romantica e nello stile androgino del tailleur ti senti sacrificata? Opta per una camicia o blusa o un top di tessuti leggeri come seta o chiffon, con piccoli ricami o rouche o magari plissettate. Puoi scegliere un top con il colletto annodato a fiocco sostituendo così l’elemento più maschile dell’outfit, ovvero la cravatta, in un elemento femminile e rappresentativo del tuo stile.

  • Sei una donna di carattere e sempre attenta alle mode e nel tailleur ti senti il clone di mille altre? Arricchisci l’outfit con gli accessori: una collana può illuminare il tuo viso e farti subito sentire meglio. Sceglila di metalli caldi (oro) o freddi (argento) in base alla tua stagione armocromatica di appartenenza. Puoi abbinare la borsa di marca appena uscita o osare con delle calzature cool.

  • Sei una donna pratica che corre e si sente ingessata solo all’idea di indossare un tailleur? Sceglilo di un tessuto morbido come il velluto o magari di cotone leggermente elasticizzato che possa farti sentire libera nei movimenti. Abbandona la tua sneakers ma non la comodità calzando una stringata. Ti sentirai perfettamente a tuo agio.

  • Sei una donna classica che alle feste si sente sempre il brutto anatroccolo? Fai della tua classicità la tua forza magari lasciando il tailleur  nell’armafio per questa occasione ed indossando un bel tubino nero della forma e del tessuto più adatto a te abbinato ad un giro di perle. L’effetto? Sarai come cenerentola che entra al ballo, altamente impattante.

  • Sei una donna creativa e spesso non sai come esprimere la tua personalità in occasioni che richiedono un dress code rigoroso? Anche per te il salvagente sono gli accessori! Sfruttali per mostrare chi sei con un tocco di colore magari nei guanti o nel cappello (che poi puoi togliere con un coup de theatre che lascerà tutti a bocca aperta) oppure con una spilla o boutonierre dalle forme tessuti e colori che possano esprimere al massimo la tua creatività senza però diventare protagonisti.

  • Sei una donna elegante ma non puoi rinunciare ad un tocco di modernità? Il tailleur ti appartiene ma vuoi che appaia sempre al passo con i tempi? Stupisci tutti con una cintura, di ottima fattura e materiale, perché lo so che  sei sempre attenta al dettaglio.  Sceglila proporzionata alla tua fisicità e posizionala nel punto giusto secondo la forma del corpo così da essere sempre contemporanea ed elegante!

Se sai come valorizzarti rispettando il tuo stile,  non esisteranno mai luoghi o occasioni che non ti si addicono. Con un pizzico di strategia puoi essere te stessa sempre.

Nessun ostacolo o senso di disagio potrà più fermarti.

Se vuoi una guida in questa direzione una consulente di immagine qualificata sarà la tua più fidata alleata!