Siamo abituate ad utilizzare i gioielli solo nella parte alta del corpo, il collo, le orecchie, i polsi, dimenticandoci dell’altra metà che risulta sempre più lineare e poco “decorata”.

Soprattutto per corpi come il mio, in cui la parte del tronco risulta più ampia rispetto a quella inferiore, più sottile e snella, i gioielli da corpo che coprono le cosce e i polpacci possono fare la differenza per  armonizzare la silhouette.

 

I “Cosciali” come dice la parola stessa sono i gioielli che adornano la parte alta della gamba.

Casual e grintosi da far intravedere dallo strappo ampio di un jeans o abbinati ad uno short.

Li trovo sensuali e allo stesso tempo raffinati tra lo spacco di una gonna (anche con il collant).

Se i cosciali non hanno stagione, i gioielli al polpaccio detti anche gambali risultano prettamente estivi.

In cuoio o colorati per il giorno, più sottili e brillanti per la sera.

Un’idea originale  per le calde sere d’estate da trascorrere sulla spiaggia a piedi nudi.

Per tutte le donne con il fianco asciutto o completamente piatto, il gioiello da fianco sarà un must have. Da sovrapporre ad una gonna o, in estate, al costume per un effetto pareo.

Top del top i gioielli da corpo che adornano tutto il busto: veri e propri abiti.

Possono creare degli effetti ottici miracolosi:

  • il modello dalle linee più pulite con incroci sull’addome  è una manna dal cielo se vuoi camuffare qualche rotolino che non gradisci o per rendere totalmente diverso il tuo solito tubino monocolore.
  • il modello con le catene più curvilinee ti aiuterà a movimentare la silhouette e quindi creare delle curve in caso non ci siano naturalmente.
  • quello con elementi verticali come i pendenti aiuterà a slanciare la figura.

Più comuni, ma in questo caso affatto banali sono i gioielli per le mani. Da non chiamare assolutamente anelli. Infatti sono gli anelli da palmo. Seguite sempre la regola delle proporzioni: anello da palmo grande su mano grande e più delicato sulla mano sottile!

 

Non li trovate bellissimi?